Primavera Fidentina

"Il gruppo civico al servizio della gente …"

Appunti di una riunione pubblica della commissione urbanistica sul rapporto Comune – Di Vittorio

| 0 commenti

Venerdì 16 gennaio alle ore 18 nella sala del Consiglio comunale si è tenuta la riunione della Commissione Urbanistica. L’arch. Gilioli, con la professionalità che lo contraddistingue, attraverso una relazione tecnica circostanziata ha risposto alla richiesta della Giunta sui rapporti tra il Comune e la Di Vittorio.

Chi si aspettava di avere risposte sui quesiti che da mesi girano in rete e sulla stampa è rimasto certamente deluso perché Gilioli si è limitato a svolgere un intervento puramente tecnico che non è, giustamente, entrato nel merito delle ipotetiche conseguenze che il Comune dovrà pagare per il fallimento della Di Vittorio.

Il dirigente ha illustrato la situazione esistente: ci sono abitazioni a proprietà indivisa e altre a proprietà diretta. Quelle a proprietà indivisa possono essere di due tipi: quelle costruite su terreni di proprietà della cooperativa e quelle su terreni di proprietà del comune.

Per ogni edificio legge una scheda in cui riporta la sua foto, la sua collocazione nella mappa della città e l’ammontare del  mutuo attivato per realizzarlo.

Purtroppo noi non abbiamo dati da comunicare: la telecamera non era attiva e nessuno ci ha fornito i dati riepilogativi. Non siamo quindi in grado di fornirvi tutti i numeri. Ci limitiamo a riportare alcuni dati che ci siamo appuntati nel corso della commissione.

L’attenzione è andata soprattutto sugli edifici a proprietà indivisa.

Su quelli costruiti in diritto di superficie gravano mutui per 5.309.463,00  a cui va aggiunto una quota parte di un mutuo di 3.666.480,00.

Su quelli  costruiti su terreni in proprietà sono attivi mutui per 5.692.412,00 a cui va aggiunto, come nel caso precedente,  una quota parte di un mutuo di 3.666.480,00.

Sommando si ottengono mutui per circa 14 milioni e 700 mila, cifra ben lontana dai 27 milioni citati dal sindaco Massari.

Oggi alle 18.30 ci sarà il tanto atteso consiglio e speriamo ci siano date le possibilità per capirne di più.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.