Primavera Fidentina

"Il gruppo civico al servizio della gente …"

Fidenza ha problemi da superare ben più gravi del bagno in piscina di una giovane musulmana vestita

| 2 commenti

La polemica scoppiata in questi giorni a seguito del “bagno islamico” della ragazza che per festeggiare la fine del Ramadan è entrata in acqua completamente vestita sembra solo una polemica inutile, fine a se stessa. E’ solo un modo per ravvivare questo luglio investito dal caldo afoso padano.

Da parte di tutta la classe politica locale sarebbe stato meglio concentrarsi su problemi ben più importanti per Fidenza come la questione della Di Vittorio  oppure della Fin.idra, una realtà  di cui i giornali locali tacciono ma che per la chiusura dei punti vendita di Parma e Fidenza ha visto la perdita di 30 posti di lavoro .

Questi due sono solo degli esempi ma se ne possono fare altri come la chiusura dei supermercati Sma di Fidenza e Salsomaggiore. A noi è parso ben più grave l’episodio dell’aggressione, sempre alla Guatelli, da parte di alcuni individui ad un bagnino “colpevole” di aver ripreso il figlio di uno di questi.

Di questo fatto nessuno ne parla più, nemmeno i quotidiani  che anzi sembrano aver liquidato la cosa come una semplice scazzottata tra amici.

Ritornando all’episodio del bagno islamico va ricordato che se come sembra la ragazza ha mostrato al bagnino i documenti attestanti l’idoneità dei vestiti che indossava ad entrare in acqua dimostra che la ragazza era conscia della cosa e non intendeva violare nessun regolamento. Se poi i bagnini hanno invitato la stessa a dotarsi per le prossime volte di un costume integrale da bagno ( burkini ) non vedo dove sia lo scandalo.

Si  dovrebbe, anzi,  essere contenti che pur nell’ambito della sua cultura ( che si può non condividere )  abbia cercato di mescolarsi in un tentativo di integrazione .

Ai tanti campioni della nostra civiltà ricorderei che è più importante vigilare che la stessa bagnante islamica lo abbia fatto di sua spontanea volontà, vestirsi in quel modo e non sotto l’effetto coercitivo della sua comunità e soprattutto che la  religione non imponga forzatamente certi comportamenti ma si rispettino le regole civili della società laica in cui viviamo.

Quindi vorrei dire a tutti i partiti e movimenti di Fidenza che invece di prendersela tanto per un fatto che di grave non ha nulla impegniamoci per lo sviluppo della nostra città e del suo comprensorio, su come farlo sviluppare in un progetto complessivo di rilancio. Le polemiche lasciamole ai giornali scandalistici .

                                           Ivan Dodi

                                  Primavera Fidentina

2 commenti

  1. Certo… il bagno della musulmana non è di importanza vitale (vi sono altri aspetti di forzata convivenza ben piu’ importanti) ma a forza di sottacere anche i piccoli ed apparentemente insignificanti episodi si dà spazio ai nostri “ospiti” di poter fare tutto ciò che pare a loro…. ma noi siano buonisti, quindi integriamoci !

  2. E si integriamoci già in passato è avvenuto e avverrà pure in futuro purtroppo ai giorni nostri con l’insicurezza di una crisi economica strisciante e un radicalismo di alcune frange islamiche ( per altro cicliche e dovute al periodo oscurantista che stanno passando come noi nel medioevo ) tutto ciò è reso più difficile .
    Ma nonostante tutte queste comprensibili diffidenze verso l’altro in un mondo globalizzato come il nostro pur preservando ognuno la propria cultura l’integrazione è l’unica strada da percorrere dove la diversità è la forza che unisce una comunità e la rende forte.
    Proprio quelle persone invece che si facevano campioni di una società monoculturale predominante sulle altre alla fine hanno portato alla rovina della stessa come la storia ci ha insegnato.
    Tornando alla vicenda cittadina la ragazza era in piscina non con persone della sua stessa religione ma con una compagnia di ragazzi e ragazze di Fidenza dando dimostrazione di volersi identificare come abitante di Fidenza e non solo come ragazza musulmana .

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.