Primavera Fidentina

"Il gruppo civico al servizio della gente …"

Amedeo Tosi richiama la politica al suo ruolo e chiede maggiore rispetto delle diverse posizioni

| 0 commenti

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera di Amedeo Tosi sulle polemiche seguite alla presenza  del Presidente del Governo Renzi all’inaugurazione del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Vaio e della pubblicazione su Facebook di offese e minacce contro di lui e contro il Sindaco di Fidenza Andrea Massari. 

Martedì 8 novembre la città di Fidenza ha avuto l’onore della visita del Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi.

Un evento che ci riempie di orgoglio e che dovrebbe essere apprezzato da ogni cittadino che guarda a questa visita con i giusti occhi che legano le Istituzioni ai Cittadini in un legame di rispetto dei ruoli e dell’importanza fondamentale che entrambi ricoprono nella nostra democrazia.

Non si ricorda a memoria d’uomo una visita del Presidente del Consiglio dei Ministri in carica a Fidenza.

Visita inoltre avvenuta nel luogo, dal punto di vista sociale, più importante e sentito del nostro territorio: l’Ospedale di Vaio che rappresenta con orgoglio un eccellenza riconosciuta che in tanti oggi ci invidiano.

Purtroppo e con rammarico ho constato che dopo questa visita sono iniziate da parte di alcuni cittadini una campagna di accuse e insulti sui social networknei confronti sia del  Presidente del Consiglio che del Sindaco che vanno condannati fermamente e che ci devono a mio avviso far riflettere. La stessa considerazione vale ovviamente sempre e comunque nei confronti di ogni persona oggetto delle medesime offese.

A maggior ragione per il duplice ruolo che ricopriamo: cittadini e  rappresentanti delle istituzioni.

La città di Fidenza ed i suoi abitanti hanno una storia millenaria che guarda al rispetto delle persone e alla costruzione di rapporti tra culture e civiltà diverse anche in presenza di contrapposizione di interessi. In questo senso la nostra cultura ci porta a costruire ponti e non muri; insulti; minacce.

I luoghi del confronto politico a distanza, dalla tastiera, senza regole e senza limiti, come sono i social network non ci aiutano a costruire, ad iniziare fra di noi, quelle basi del dialogo che partendo dalle idee, dal confronto e dalla volontà di guardare al bene comune consentono ad una comunità di pensare e realizzare al meglio il suo futuro.

E’ nostro compito portare il confronto, i progetti, le idee e la visione di futuro sia nelle istituzioni che nel confronto constante con i cittadini. Per questo siamo stati eletti. Anche per questo stiamo tutti assieme valutando maggioranza e opposizione un aggiornamento delle regole per fornire strumenti nuovi e più in linea con i tempi.

Pertanto dobbiamo essere consapevoli del nostro ruoloe del fatto che siamo guardati e osservati da parte dei cittadini e conseguentemente giudicati in un meccanismo di fiducia e guida che va sempre coltivato avendo chiaro che non possiamo mai calpestare i valori fondanti che lo supportano ad iniziare dal rispetto e dal riconoscimento reciproco.

Non inseguiamo il principio arcaico: “l’uomo è lupo dell’uomo” ma il principio evangelico “dell’uomo fratello dell’uomo”.

Fidenza, 16 novembre 2016

Amedeo Tosi

Presidente Consiglio Comunale

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.