Primavera Fidentina

"Il gruppo civico al servizio della gente …"

Rischio sismico – Primavera Fidentina chiede al Sindaco e al Presidente del Consiglio informazioni sulla situazione attuale

| 0 commenti

Fidenza, 13 settembre 2016

Al  Sig.  Sindaco del Comune di Fidenza

Al. Sig.  Presidente del Consiglio comunale

di Fidenza

 

Oggetto: rischio sismico – richiesta di informazioni.

 

Il terremoto del 24 agosto che ha colpito l’Italia centrale ci ha drammaticamente fatto riflettere sulla sismicità del nostro paese.

La scienza, purtroppo, non è riuscita ancora a fare esatte previsioni e l’unico modo che abbiamo per evitare la perdita di vite umane è quello di agire sulle abitazioni e sulle infrastrutture rendendole antisismiche. Garantire la sicurezza degli edifici deve essere il nostro principale obiettivo. Oggi non è più tollerabile che una scossa del VI° grado della scala Richter rada al suolo interi paesi provocando centinaia di morti.

In momenti come questo il nostro primo pensiero è andato ai nostri cari, alla nostra città e ci si è domandati com’è la situazione reale.

Noi di Primavera Fidentina non siamo presenti in Consiglio comunale e non possiamo intervenire con interrogazioni o interpellanze. Per questo motivo abbiamo deciso di scrivere a Voi che rappresentate ufficialmente Fidenza per porvi quelle semplici domande che ogni cittadino vorrebbe farvi.

In primis chiediamo se nel piano di emergenza che sicuramente avete predisposto si sono riscontrate situazioni critiche. Sappiamo che non siamo all’anno zero e che molte cose sono state fatte anche nelle precedenti amministrazioni ma  vorremmo avere rassicurazioni sulla situazione attuale.

Tenendo conto che le verifiche degli edifici di interesse strategico e delle opere infrastrutturali competono all’amministrazione pubblica chiediamo qual è lo stato dell’arte:  dell’ospedale, delle case protette, dei vari enti pubblici, delle caserme dei Carabinieri, della Polizia, dei Vigili del Fuoco, delle infrastrutture (centrale elettrica, acquedotto, ponti, strade, …  Non dimentichiamo, poi, gli edifici con prevalenza rilevante che hanno obbligo di verifica come le scuole, gli asili, gli uffici pubblici, le banche, il teatro, il cinema, le sale civiche, …

E’ chiaro, però, che ci preoccupa molto anche la situazione delle nostre case. Siamo consci che in questo caso l’onere della verifica sismica compete solo ai proprietari degli immobili e che il comune non ha oneri particolari. Ciò premesso, però, non nascondiamo al proposito la nostra preoccupazione: le verifiche sono molto costose e nel periodo di crisi economica in cui viviamo, in cui mancano risorse addirittura per curarsi, riteniamo sia poco probabile che i cittadini si assumano l’onere delle verifiche.

Consapevoli di trovarci in un ambito di diritto privato chiediamo al Sindaco se può essere ipotizzabile un intervento dell’amministrazione pubblica per andare incontro ai cittadini che desiderano effettuare le verifiche.

Noi non abbiamo soluzioni in tasca, le modalità sono tutte da inventare. Ad esempio il Sindaco,  che lo ricordiamo, è il responsabile della Protezione civile per il nostro Comune, potrebbe predisporre l’apertura di uno sportello informativo ad hoc per i cittadini. Oppure, al fine di calmierare i prezzi che sono altissimi, potrebbe rendersi disponibile a promuovere la formazione di un cartello di ditte specializzate a cui affidare a pagamento, a prezzi ragionevoli,  le verifiche.

Questa seconda proposta potrebbe avere una valenza doppia: da una parte andare  incontro ai cittadini che desiderano fare le verifiche antisismiche della propria casa ed eventualmente metterla in sicurezza e dall’altra contribuire a dare un notevole impulso all’attività economica del nostro territorio.

Temiamo che per tale progetto potrebbero sorgere problemi normativi e per questo siamo disponibili anche ad altre soluzioni che vadano, però, nella stessa direzione.

Confidiamo nella Vostra disponibilità e rimanendo in attesa di una vostra cortese risposta  porgiamo i nostri più cordiali saluti.

                                    Giovanna Galli

Primavera fidentina

 

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.